Finanziamenti a Fondo perduto per nuove imprese

Quante volte avete avuto una grande idea, l’idea che avrebbe cambiato per sempre la vostra vita dandovi stabilità e ricchezza, per un’impresa di sicuro successo ma non avevate i soldi per realizzarla. Molti aspiranti imprenditori infatti si fermano ancora prima di cominciare perché non hanno la possibilità di realizzare l’investimento iniziale che permetterebbe di mettere in pratica il progetto che hanno in mente. Ci sono poi imprenditori che con molta fatica hanno avviato una azienda che promette di ottenere dei risultati straordinari ma non hanno fondi a disposizione per fare un passo ulteriore per ingrandirsi ed ambire a risultati più importanti. Esistono casi però in cui è possibile ottenere delle sovvenzioni per far partire un’impresa che non richiedono la restituzione dell’erogazione di partenza. Le possibilità di ottenere dei finanziamenti a fondo perduto sono molteplici, vediamo come richiederli e tutti i dettagli del caso.

A chi chiedere finanziamenti a fondo perduto

Altri fondi, dello stesso tipo, possono prevedere invece la restituzione di un importo parti alla metà di quello prestato. Restituire le ali a progetti messi in un cassetto in attesa di tempi migliori quindi è possibile. Ci si può rivolgere a diversi istituti, all’Unione Europea, allo Stato, alle regioni e ai comuni. Per permettere di sviluppare il proprio sogno ai neo imprenditori infatti questi enti mettono a disposizione finanziamenti agevolati per facilitare le fasi di progettazione e start up delle giovani aziende. Avere accesso a questi fondi è meno difficile di quanto si pensi. Basta presentare un piano dettagliato della propria idea compreso di un preventivo di tutte le spese previste per avviare l’impresa e dei costi previsti per la gestione. Per chi ha una attività già avviata, questo tipo di prestiti, che siano finanziamenti agevolati o prestiti a fondo perduto, permettono di rilanciare la propria attività e portarla su un altro livello attraverso l’espansione o il miglioramento delle strutture. Soluzioni di questo genere sono pensate anche per permettere ad una azienda di ampliarsi aprendo nuove sedi o nuovi complessi. Per chi invece parte da zero i finanziamenti riguardano l’acquisto di tutti i beni, materiali e immateriali, che sono necessari per aprire una azienda in modo che sia all’altezza del mercato e in grado di competere con gli altri attori del settore.

Erogazione del fondo perduto

Possono essere presentati progetti che definiscono la richiesta di fondi per la pubblicità iniziale, il progetto di marketing per il lancio, l’acquisto dei macchinari di cui si avrà bisogno per la produzione, per i corsi di formazione per i dipendenti e per le consulenze per la fase di progettazione e implementazione del lavoro. I bandi possono essere consultati sui siti dei vari enti, e sono organizzati in bandi permanenti e bandi temporanei con una scadenza. Ovviamente i bandi possono essere generali, quindi orientati all’appoggio per la partenza di una qualsiasi azienda o orientati alla finalizzazione di progetti specifici. In ogni caso la domanda sarà valutata e se il progetto risulterà essere interessante verranno erogati i fondi. In questo modo avrete una occasione in più per confrontarvi con il mercato e mettere in gioco le vostre qualità di imprenditori senza rischiare di indebitarvi con le banche.

This entry was posted in finanza. Bookmark the permalink.

Comments are closed.